giovedì 29 ottobre 2015

Kiko Nalli, hair stylist di 'Detto Fatto': "Ho voluto regalare la mia creatività alle pendolari"

“Ho voluto regalare la mia creatività alle pendolari della tratta ROMA-MILANO” A parlare Kikò Nalli, l’hair stylist di “Detto Fatto”, ha improvvisato un vero e proprio hair-stylist-show, sulla tratta ferroviaria ROMA-MILANO. Di ritorno a Roma, dopo aver registrato una puntata del programma di RaiDUE, annoiato dal viaggio e riconosciuto dalle pendolari si è concesso, regalando un po’ della sua creatività. In pochi minuti, molte donne presenti sul treno si sono riversate nella carrozza dove Kikò armato di pettine e forbici ha donato stile ai volti felici delle fortunate.

 Nalli, raggiunto al telefono da Alex Achille di Radiochat.it, ha commentato così, l’accaduto: “Ho voluto donare un sorriso alle donne presenti sul treno, sono stato riconosciuto e in molte mi hanno chiesto come potermi incontrare per avere un taglio esclusivo; ci stavamo annoiando e allora ho voluto donare un po’ della mia creatività improvvisando un salone di bellezza istantaneo. La voce si è sparsa subito e sono stato subissato di richieste tanto che la carrozza dove mi trovavo, si è riempita di donne pronte a cambiare la loro acconciatura. E’ stato faticoso ma molto divertente e sono felice di aver regalato un sorriso e un pò della mia arte, offrendo un viaggio diverso alle pendolari”. Chissà se le società ferroviarie, in futuro, non possano prendere in considerazione l’idea di offrire – sulle lunghe tratte, un servizio di “taglio-veloce” per viaggiatrici stressati.

mercoledì 28 ottobre 2015

Previeni i malanni di stagione grazie alla dieta che fa bene al sistema immunitario

In autunno il profumo intenso degli agrumi torna in cucina, insieme ai colori sgargianti in grado di evocare la potenza del sole. Ma... attenzione, arance e pompelmi non sono l'unica fonte di vitamine. Sai per esempio che la rosa canina li supera in quanto a contenuto di vitamina C? Ecco i consigli per rafforzare le difese immunitarie con i cibi giusti.

 A COLAZIONE – Torna il tempo degli agrumi, che diffondono il loro profumo in cucina. Per colazione sostituisci il latte con una spremuta di arance e pompelmi, in grado di favorire la circolazione sanguigna e aiutare a combattere la cellulite. Gli agrumi non solo migliorano la fragilità capillare, ma influenzano positivamente inappetenza e insonnia.

BENEFICI – Ricchi di acidi organici e acido citrico, che nei limoni raggiunge anche il 6%, gli agrumi contengono circa 50 mg di vitamina C per 100 g di frutta, oltre alle vitamine B1, B2, B3. Se sei stufa delle solite spremute di pompelmo e arancia puoi sperimentare la dolcezza del mandarino e del mandarancio, da unire a finocchio, ananas e sedano per un centrifugato dissetante e nutriente.

LA SPESA GIUSTA E LE RICETTE – Scegli papaya, ananas e kiwi, ricchi di vitamina C e ottimi da gustare con una macedonia mista, oppure a pezzi nello yogurt. Porta in tavola lattuga e radicchio, con cui preparare insalate fantasia e i contorni ai tuoi piatti a base di proteine. In questo periodo tornano poi broccoli, cavolfiori e cavoli, dalle numerose proprietà: sfruttali per un piatto di pasta diverso dal solito, per la zuppa oppure un'insalata calda con cui sconfiggere i primi freddi.

A DIGIUNO – Spremi il succo di limone fresco in un bicchiere d'acqua tiepida da sorseggiare di mattina a digiuno: migliorerà le funzioni intestinali. Il limone è ricco di acido citrico, vitamine del gruppo B, Ce povero di sali minerali. Inoltre contiene pochissimi zuccheri e la sua buccia è ricca di vitamina A. Battericida, tonico del sistema nervoso e diuretico, il limone aiuta l'assimilazione del ferro. Questo profumato frutto giallo combatte inoltre il mal di gola e le infiammazioni delle vie respiratorie, rafforzando il sistema immunitario.

CONDIMENTI – Il timo contiene alte dosi di vitamina C, così come il prezzemolo e il peperoncino rosso. Grazie a erbe aromatiche e spezie è più facile dare sapore ai cibi tenendo sotto controllo il senso di fame.

FIORI BENEFICI – Per rafforzare il sistema immunitario usa i doni di madre Natura. Non tutti sanno che la quantità di vitamina C nella rosa canina è superiore al livello presente negli agrumi. Prepara una tisana a base di echinacea e rosa canina ogni giorno: sarà la tua medicina per affrontare la brutta stagione con energia e sprint.

Le donne con il sedere grosso sono più intelligenti: lo dice la scienza

Avete il lato b più pronunciato? Niente paura, gli scienziati di Oxford dicono che siete delle privilegiate. Si, avete capito bene. Infatti, in uno studio condotto dagli scienziati della University of Oxford e del Churchill Hospital, sono stati messi in relazione intelligenza femminile e il fondoschiena pronunciato.

 Secondo gli studiosi, il sedere ‘grosso’ deriva da un eccesso di grassi Omega 3, i quali favoriscono lo sviluppo del cervello.  Oltre a questo, c’è da mettere in evidenza un altro aspetto: il sedere ‘abbondante‘ è legato, molto spesso, a livelli di colesterolo più bassi e aiuta il corpo a produrre ormoni che metabolizzano lo zucchero, andando a creare una difesa davvero imponente contro il diabete.

Monica Bellucci svela il suo segreto di bellezza

Il segreto di bellezza di Monica Bellucci? Le figlie e l'agopuntura. In un'intervista al settimanale Oggi l'attrice ha confessato di utilizzare solo prodotti naturali e di essere contraria al botox. “Ho due bambine di 5 e 10 anni che mi tengono in forma. Ho un parrucchiere molto bravo che mi tinge i capelli. Uso la crema per il viso naturale. Faccio agopuntura per il viso. È il contrario del botox”.

 La protagonista dell'ultimo film di James Bond ha aggiunto: “La vera bellezza la vedo nel volto di mia nonna materna che nel Dopoguerra ha tirato su cinque figli e ha lottato per tutta la vita. La vera bellezza è nel rossetto che mia nonna paterna si metteva prima di andare in chiesa la domenica. Le donne italiane hanno una grande forza interiore. Hanno sempre dovuto lottare così tanto perché vivono ancora in un mondo dove gli uomini hanno tutto il potere”.

“Non sono single. Le mie figlie hanno un padre che vedono regolarmente, sebbene la nostra storia sia finita due anni fa – ha detto spiegando che gli anni dopo la separazione sono stati sorprendenti - Per la prima volta ho avvertito un grande sentimento di libertà perché per la prima volta nella mia vita potevo fare qualsiasi cosa volessi”.
Pensando all'uomo ideale ha detto: “Non ho intenzione di stare sola, perché gli uomini fanno parte della nostra anima. L'uomo ideale? Un uomo che ti fa ridere è già una conquista”.

lunedì 26 ottobre 2015

Cosmetici: come conservarli correttamente

Quando si parla di cosmetici si pensa subito a ombretto, mascara o rossetto. Ai trucchi insomma. E invece questi tre strumenti di make up sono solo una piccola fetta dello sconfinato mondo che riguarda i cosmetici. Anche il dentifricio e la semplice saponetta sono da inserire nella stessa grande categoria e come tali vanno adoperati con attenzione. Si calcola che ogni persona in Europa usi ogni giorno almeno 7 prodotti, rispetto ai 20 spalmati o spruzzati in Asia. Ma sappiamo come utilizzarli al meglio?

Occhio all’etichetta
 Non tutti i prodotti vanno bene per ogni pelle o età. Lo sa bene chi è allergico. Quante volte abbiamo scrutato il minuscolo elenco di ingredienti per scoprire se c’era la sostanza incriminata? Forse troppo poco perché le intolleranze e le allergie sono solo la punta dell’iceberg dello scorretto uso dei cosmetici. Se infatti non conserviamo bene o non consumiamo entro la data di scadenza qualsiasi prodotto, i danni a pelle, denti o capelli possono essere irritazione, arrossamento o addirittura intossicazione.

Una pelle stressata
 Le donne fra i 30 e i 50 anni più di altre espongono la loro pelle al cosiddetto “stress da accumulo”. Ovviamente, si tratta di un accumulo di prodotti e di principi attivi in essi contenuti che a lungo andare può rendere la pelle estremamente sensibile, per esempio agli agenti esterni (caldo, freddo). Ciò avviene per lo più in coincidenza della menopausa, quando l’epidermide è più sottile e l’assorbimento cutaneo aumenta. La reazione ai tanti cosmetici stesi sulla pelle potrebbe essere bruciore, pizzicore, rossore, couperose. “La soluzione è la scelta di prodotti con una formulazione semplice, con pochi principi attivi”, spiega la professoressa Norma Cameli, responsabile servizio dermatologia estetica dell’Istituto San Gallicano IRCCS di Roma.

Svuotiamo i cassetti
 Alzi la mano chi non ha mai dimenticato di avere, riposto nell’armadietto del bagno o nella vecchia trousse, un mascara o un rossetto. A distanza di tempo le sostanze contenute in qualsiasi cosmetico possono ossidarsi, divenire tossiche o essere contaminate dai batteri. La decisione giusta quindi, quando ripeschiamo un vecchio prodotto è buttarlo. “Per di più se il cosmetico ha cambiato consistenza, colore o odore, vuol dire che ha cambiato la sua composizione originaria quindi è meglio non usarlo”, ricorda la professoressa.

Per la rigenerazione delle mucose nasali, utile l'acido ialuronico

Nei casi di stati infiammatori cronici, quali rinite, sinusite o presenza di polipi, i seni paranasali sono impossibilitati a drenare adeguatamente il loro contenuto e le secrezioni faticano a trovare una via d’uscita nelle strette vie di passaggio. Restando intrappolate nei seni paranasali, le secrezioni nasali diventano cronicamente infette creando un circolo vizioso che spesso neppure gli antibiotici riescono a debellare in modo definitivo. 


È in questo contesto che viene praticata la FESS: la chirurgia funzionale endoscopica dei seni paranasali e del naso. Si tratta di una tecnica mini-invasiva che utilizza come accesso le fosse nasali per aprire le naturali vie di drenaggio delle secrezioni quando sono in corso stati infiammatori cronici. Ma se della chirurgia endoscopica ormai se ne apprezzano i vantaggi, rappresentati da interventi con modesta emorragia, durata contenuta, impatto minimo di cicatrici e un recupero post operatorio più rapido, il periodo postoperatorio e di guarigione della mucosa nasale è sicuramente più delicato; viene generalmente diviso in un periodo precoce, prime settimane, e tardivo, fino a 6 mesi ma anche 1 anno dall’intervento. "La guarigione di una ferita è un processo molto complesso, che passa attraverso la formazione di un coagulo, una reazione infiammatoria, una risposta immunitaria e al rimodellamento dei tessuti”, afferma Alberto Macchi, Specialista in Otorinolaringoiatria dell'Università dell'Insubria.
La formazione di croste costituisce un passaggio naturale verso la guarigione definitiva della mucosa, tuttavia la loro presenza determina inevitabilmente una riduzione del flusso aereo all’interno delle fosse nasali e, di conseguenza, anche un incremento della possibilità a sviluppare infezioni. Questo può costituire un circolo vizioso portando ad una ridotta pulizia della mucosa nasale che a sua volta determina una maggiore formazione di croste. Nel corso degli anni sono stati sperimentati diverse soluzioni al fine di ridurre la formazione di croste e rimuoverle senza ottenere risultati soddisfacenti. “Attualmente - aggiunge Macchi - l’utilizzo di acido ialuronico ad alto peso molecolare (9 mg) ha ottenuto i risultati migliori nella risoluzione dei problemi del post chirurgico, dimostrando di favorire i processi di drenaggio mucociliare e di ventilazione sinusale, di agevolare un’adeguata riepitelizzazione, mantenendo l’apertura degli osti sinusali ed evitando la formazione di croste e i problemi da queste create. Recenti studi hanno dimostrato come l’acido ialuronico agisca come un lubrificante delle mucose, e che in alte concentrazioni sia in grado di espletare un ruolo terapeutico influenzando positivamente le funzioni cellulari e l’attività dei fattori di crescita. L’acido ialuronico è il primo trattamento che ha dimostrato di regolare le secrezioni e modulare la risposta infiammatoria divenendo il principale riferimento nel post chirurgico funzionale cosi come in quello estetico nasale”, conclude lo specialista.
“La chirurgia endoscopica - spiega Paolo Castelnuovo, direttore della Clinica  Otorinolaringoiatrica all'Università dell'Insubria - consente un più accurato controllo degli atti chirurgici ed una maggiore sicurezza per il paziente e, se si parla di cranio e naso, non è semplicemente un’opzione ma rappresenta la tecnica d’elezione per numerose patologie di questo distretto anatomico. Gli interventi che si eseguono con questa tecnica, se necessario, possono essere anche ampiamente demolitivi, come nel caso di asportazione di neoformazioni maligne. Attraverso l’impiego di endoscopi a fibre ottiche, di telecamere e monitor televisivi per eseguire ogni manovra sulle strutture, la chirurgia endoscopica risulta meno aggressiva, e ha quindi un decorso post-operatorio meno doloroso e fastidioso. Oggi la chirurgia del naso e dei seni paranasali rappresenta uno dei campi di maggior impiego delle tecniche endoscopiche”, puntualizza Castelnuovo.
Sulla base di queste evidenze e con l’obiettivo di elaborare specifiche linee di intervento condivise per un corretto decorso post operatorio, la comunità scientifica ha deciso di dare il via ad uno studio multicentrico, che prevede l’impiego di acido ialuronico 9 mg ad alto peso molecolare (Yabro®) in pazienti sottoposti a intervento di chirurgia funzionale endoscopica dei seni paranasali e del naso. Lo studio arruolerà oltre 300 pazienti e sarà condotto in centri ospedalieri in Italia, Svizzera e Germania.

Trattamenti Viso

E' molto importante ripristinare dolcemente la naturale fisiologia della pelle, spesso compromessa dalla vita di tutti i giorni, dagli inquinamenti atmosferici, dal sole o dalle nostre irregolarità. 


Favorire la rigenerazione delle strutture portanti e protettive, minimizzando i segni del tempo ed intervenire selettivamente con specifici trattamenti estetici per ogni tipo di pelle.
La pulizia del viso è considerata nel campo estetico il trattamento di base e serve a rimuovere dalla superficie cutanea le impurità.

Trucco viso al naturale

Se c’è una cosa che ho imparato in tutte le puntate di “Che Trucco!”che ho condotto, anche nell’ultima serie, è che il trucco non deve mai modificarci o stravolgerci ma coprire i difetti di un viso ed esaltarne i pregi. E’ chiaro che poi dipende dalle occasioni ma se vi piace truccarvi non potete non imparare le basi del trucco naturale perché, per costruire qualsiasi make up, si parte da lì.
 Quando saprete realizzare un trucco naturale alla perfezione vorrà dire che sarete in grado di fare qualsiasi altro make up perché quello naturale è il più complesso di tutti: c’è ma non si vede vedere.


La cosa fondamentale di questo trucco è la base che deve essere assolutamente leggera e impalpabile e come trovare questo effetto naturale? Semplice, usando un fondotinta liquido da stendere con le dita dal centro del viso verso l’esterno, poi applicate il correttore che toglie i segni di stanchezza ai vostri occhi e via con l’illuminante nei punti strategici del viso: occhi, zigomo e fronte.

Ora è il momento di un secondo fondotinta questa volta compatto, un prodotto molto leggero che dona al vostro viso quella naturalezza di cui abbiamo bisogno, lo potete stendere come fosse una terra con un pennello.

Ora applicate un fard rosa che dona sì colore alle vostre guance ma senza caricarle troppo, aggiungete poi un tocco di mascara e un po’ di gloss sulle labbra e il gioco è fatto. Molte di voi si sentiranno “nude” con questo make up per la serie: “Tutta questa fatica e il trucco non si vede!” ma è lì il bello, il trucco c’è ma non si vede!

 

Pelle luminosa come le star? Ecco cosa mangiare

Per avere una pelle luminosa e dal colorito sano non bastano fondotinta e polveri illuminanti, ma si comincia dall'alimentazione e da alcune abitudini da osservare. Per esempio? Dormire almeno otto ore a notte per permettere alla pelle di rigenerarsi e di riparare i danni dell'inquinamento e dei raggi del sole, evitare di fumare e bere alcolici che seccano e infiammano la pelle, accelerando la comparsa delle rughe, ricordarsi di struccarsi sempre dopo la palestra o prima di andare a dormire per non riassorbire tutte le tossine.



Ma è soprattutto dall'alimentazione che dipende il buon funzionamento del nostro organismo e quindi anche la capacità della pelle di rispondere allo stress. «Siamo ciò che mangiamo - dice Giuliano Ubezio, dietista - dall'alimentazione dipende il modo di lavorare del nostro organismo. La pelle, ad esempio, ha un ph acido e quindi è importante limitare i cibi che contengono grassi e integrarli con quelli alcalinizzanti come il limone, i ravanelli o i cetrioli». Dalla nostra dieta non dovrebbero mai mancare i cibi antiossidanti capaci di contrastare i radicali liberi che sono la causa dell'invecchiamento cutaneo. Sì quindi ad agrumi e melograno ricchi di vitamina C che stimola la produzione di collagene, sì a fragole e pomodori, ricchi di licopene, una sostanza che aiuta la pelle a proteggersi dai raggi del sole. Sì anche a carote e verdura di stagione che contengono betacarotene e vitamina A, importante per combattere l'ossidazione della pelle. Da dimenticare purtroppo è la carta dei dolci. Gli zuccheri, infatti, legandosi alle proteine nel processo della glicazione, distruggono collagene ed elastina causando così le rughe e la perdita di compatezza della pelle. Nella gallery vi suggeriamo la giusta alimentazione da seguire, prendendo spunto dalle abitudini healthy delle star e dalla loro pelle luminosa. Dott. Giuliano Ubezio - laureato all'università statale di Milano in dietistica - facoltà di medicina e chirurgia nel 2003. Si specializza nelle diete per sovrappeso ed obesità e tutte le patologie che richiedono la correzione di abitudini alimentari che possono essere curate e prevenute con una giusta alimentazione personalizzata. La passione per la nutrizione lo ha portato a collaborare con la Scuola di Cucina Casa di Mela, cosicché possa mettere in pratica ciò che solitamente suggerisce con la consegna delle diete.

Come creare l'effetto plumping

Come creare un effetto plumpling su labbra insignificanti? La ricetta è su La5 oggi dalle 15, ma ecco qualche anticipazione proprio per voce della make up artist Agata Marino, Givenchy, protagonista di questa settimana della nuova edizione di ‘Che trucco!’. 


 “Primo, applicare un correttore quasi su tutto il contorno labbra, per illuminare, poi sfumare. Stendere la matita sul contorno labbra, con un colore sempre molto naturale, color carne: non deve creare uno stacco, né ingrandire la forma, con le ombre si nota già un effetto rimpolpato.
Riempio poi le labbra con la matita, ripasso il correttore. Per accentuare il gioco di luci e ombre, sulla fossetta scurisco leggermente con un fondotinta più scuro, o terra, o ombretto. Applico il rossetto. Per chi ha labbra sottili consiglio un colore scuro, forte. Infine, al centro delle labbra un gloss lucido possibilmente trasparente, al limite con un velo di ombretto per effetti perlescenti”.

mercoledì 21 ottobre 2015

Hairstyle: l'autunno dà alla testa

È tempo di dire addio al look selvaggio e spettinato che ci ha accompagnato per tutta l’estate. I trend dei capelli per l'autunno - inverno 2015 sono due: naturalezza e no alle mezze misure. Le scelte degli stilisti ricadono su tagli corti, anzi cortissimi o su chiome extra long per un effetto pulito, libero e molto luminoso. Sì alla riga in mezzo e, per chi proprio non vuole rinunciare, via libera a leggeri ciuffi che incorniciano il viso.

 Gli hairstylist del mondo Cotril ci insegnano che, per questa stagione, le chiome devono essere cortissime o lunghissime. Niente tagli medi: per una donna decisa e sensuale che non ha paura di osare e che mira a creare look dinamici sì a lunghezze nette e ben definite. I tagli lunghi diventano scalati e illuminati da colpi di luce che sono tra i protagonisti dell’inverno.
Tra le chiome extra lunghe sbucano qua e là i capelli corti: il taglio bob viene rivisitato in una chiave ancora più micro e, che sia mosso o liscio, con o senza frangia resta un taglio intramontabile da sfoggiare in qualsiasi occasione. Per la donna e la mamma che ha poco tempo da dedicare ai propri capelli, invece, la soluzione si chiama carré à plomb: un bob classico in perfetto stile anni '60, facile da gestire e che dona un'aria sbarazzina e giovanile. 
La riga e la frangia restano un evergreen di stagione. La riga di lato addolcisce i lineamenti: si può portare sia con i capelli lisci che con quelli ondulati e si adatta ai capelli di qualsiasi lunghezza.  La riga al centro, invece, must degli anni '70, resta un trend attuale da associare a qualsiasi tipo di taglio.

I benefici dell'olio d'oliva per la bellezza

Grazie alle numerose proprietà, l'olio d'oliva è stato impiegato fin dall'antichità per preparazioni cosmetiche in grado di guarire e migliorare lo stato della pelle. Secondo una ricerca condotta presso l'Università di Roma La Sapienza, è inoltre un farmaco naturale contro il diabete. Vuoi utilizzare l'olio d'oliva per la tua salute e la tua bellezza a casa? Scopri con noi come.

MEDICINA NATURALE – Secondo le ultime ricerche effettuate da un team dell'Università di Roma La Sapienza l'olio d'oliva è un farmaco naturale contro il diabete. È ricco di vitamina A ed E, acido oleico per il 62%, acido linoleico per il 15% e acido stearico: oltre a combattere l'invecchiamento della pelle e far bene al sistema cardiocircolatorio, questo prezioso ingrediente contribuisce alla formazione del tessuto osseo e al processo di mielinizzazione del cervello, aiutando l'organismo a resistere contro le infezioni.

RICOSTITUENTE – Extravergine e ottenuto da spremitura a freddo: per sfruttare al massimo i benefici dell'olio d'oliva acquistalo direttamente dalle aziende locali diffuse sul territorio. I vantaggi? Prezzi più bassi per quantità più elevate e qualità. Fin dal tempo degli antichi egizi l'oro liquido nato dagli alberi che ricoprono i paesaggi del Mediterraneo ha costituito un rimedio efficace, in grado di risanare e aiutare la rigenerazione del tessuto epidermico.

ANTI AGE – Concentrato di vitamine, acidi grassi e minerali, l'olio d'oliva è un antiossidante naturale in grado di contrastare i radicali liberi e migliorare il processo d'invecchiamento. L'effetto visibile? Una pelle immediatamente più morbida, nutrita in profondità e giovane. Inoltre, l'olio naturale è adatto anche per bambini, neonati e tutti coloro hanno una pelle sensibile, perché ha un'azione antinfiammatoria. L'importante è utilizzare le giuste accortezze nell'utilizzo.

UNTO ADDIO – La consistenza untuosa è antipatica da percepire sulla pelle e rischia di macchiare i vestiti. Per evitare sfrutta l'effetto dell'acqua: l'olio penetra meglio sulla pelle bagnata. Puoi rendere più semplice e veloce l'operazione agendo quando sei ancora nella doccia: spegni il getto dell'acqua e versa nelle mani l'olio, aiutandoti con una spugnetta in modo da raggiungere anche i punti critici, come schiena e braccia. Tamponando con l'asciugamano in modo dolce, la pelle rimarrà idratata senza essere unta.

MASCHERA FAI DA TE – L'olio d'oliva costituisce un'eccellente base naturale per scrub e maschere rigeneranti. In una ciotola versa qualche cucchiaio d'olio, poi aggiungi sale fino e yogurt, altamente idratante: un impacco efficace e semplice per nutrire e illuminare il viso o il corpo. Se durante l'inverno il freddo crea escoriazioni e tagli dolorosi a livello dell'epidermide prepara una maschera nutritiva mescolando qualche cucchiaio d'olio e miele, dalle proprietà antibatteriche e cicatrizzanti: usa yogurt o latte per stemperare, poi spalma il composto sulla pelle umida, massaggia e sciacqua.

STRUCCANTE – Non hai lo struccante? Usa l'olio d'oliva, emolliente e naturalmente ricco di proprietà nutritive, senza conservanti. Versa qualche goccia di olio su un dischetto da massaggiare delicatamente su occhi e viso. Prima, però, ricordati di spruzzare sulla pelle un velo di acqua termale, il cotone scivolerà meglio, sciogliendo il trucco e le tracce di smog in un istante.

AROMATERAPIA – Aggiungendo il potere degli oli essenziali, potrai creare un olio da massaggio personalizzato, in grado di aiutare il drenaggio dei liquidi, avere un effetto anti age, tonificare e rilassare. Unito all'olio essenziale di lavanda, ottimo per guarire le cicatrici, o elicriso l'olio d'oliva aiuterà la rigenerazione delle pelle, curando i segni e prevenendo le smagliature. Agrumi per rivitalizzare, rosa e camomilla blu per l'umore o ylang ylang e Neroli per una notte speciale: bastano poche gocce da versare nell'olio d'oliva, da utilizzare come vettore. Conserva in flaconi scuri, al riparo dalla luce solare.


Smokey eyes, languore e drammaticità per occhi seducenti

Tutte pazze per lo “smokey eyes”. Dalle donne in carriera alle star di Hollywood, il make up più sfoggiato ultimamente sembra essere una perfetta evoluzione del trucco Anni Venti. Occhi languidi e drammatici, quindi, capaci di far cadere ai nostri piedi anche gli uomini più granitici. Ecco i consigli della nostra redazione per realizzarlo al meglio ed essere seducenti come le bellissime di Hollywood.

NIENTE PUGILATO – Dimenticatevi linee decise e marcate. Come suggerisce il nome stesso del make up, l’idea è creare un effetto sfumato e impercettibile. Insomma, chi vi guarda non deve pensare siate reduci da un incontro di box!
NUANCES – I toni ideali vanno dal fumo al nero, classici intramontabili sempre perfetti. Molto belli anche quelli che vanno dal marrone al bronzo.
QUESTIONE DI TECNICA – 1) Primo passo è applicare un illuminante. Ma non stendetelo direttamente sulle palpebre, creereste un antiestetico “effetto scalino”. Il consiglio è spennellarlo delicatamente con tocchi leggeri. 2) Realizzate lungo le ciglia una bordatura con la matita o con un ombretto rigorosamente mat. Non site come Giotto? Tranquille: la linea non deve essere netta, anche perché poi verrà poi sfumata. Utilizzate un pennello a lingua di gatto o, in caso non lo aveste a disposizione in casa, rimediate con il polpastrello dell’anulare. 3) A questo punto, si passa all’ombretto! Sceglietelo dello stesso colore della matita. Optante per polveri perlate o shimmer, in modo tale da rendere il vostro sguardo tridimensionale. 4) Procedete con la bordatura scura all’attaccatura delle ciglia, passate poi ad una nuance media, e ritornate di nuovo a quella scura. Nel caso in cui aveste occhi piccoli, con questo passaggio di tonalità renderete l’occhio meno piccolo. Trucchi del mestiere! 5) I due colori vanno applicati dal centro della palpebra verso l’esterno. Il trucco risulterà intenso all’attaccatura delle ciglia e verso l’esterno, mentre sarà più soft nella parte alta della palpebra e via via che ci si avvicina all’incavo dell’occhio. 6) La parte alta deve essere rigorosamente lasciata nature. Tanto la pelle uniformata dal correttore vi creerà un punto luce assolutamente d’effetto. Fidatevi! 7) Ora, passate la matita nella rima inferiore dell’occhio. Piccoli tratti orizzontali, sia dentro l’occhio sia tra le ciglia. 8) Sfumate a questo punto la matita con un pennellino a punta tonda. Movimenti orizzontali, fissati poi dagli ombretti. 9) Ultimate il make up con il mascara.

lunedì 19 ottobre 2015

Sette facili mosse di bellezza low cost e fai-da-te

Amiche, credete che per essere belle come le star sia necessario mettere (eccessivamente) mano al portafogli? Falso! Ecco qualche dritta in arrivo direttamente dai nostri esperti di beaty per migliorare il vostro aspetto senza  di spendere un capitale.

 DRY BRUSHING – Iniziate passandovi una spazzola body su tutto il corpo, prima della doccia. A questo punto, sciacquatevi con rapidi getti di acqua tiepida, poi calda e infine fredda. Gli sbalzi di temperatura vi renderanno la pelle soffice ed energizzata. CAPELLI LUMINOSI - Rosmarino e alloro sono un toccasana per le vostre chiome. Vi basterà far bollire un rametto di rosmarino e poche foglie di alloro per un decotto naturale e imbattibile per capelli lucenti e profumati. Terminata l’ebollizione, lasciate riposare il vostro decotto per 10 minuti e utilizzatelo ultimando il risciacquo dei capelli dopo il lavaggio solito. Vi consigliamo di ripetere una volta ogni settimana. TRUCCO ANTIAGE – Per la rigenerazione cellulare della cute vi consigliamo di diluire una goccia di olio essenziale di incenso nell'olio di Argan. Un profumo inebriante ed esotico per una carica emolliente insuperabile. BAGNO DRENANTE – Per riattivare la microcircolazione immergetevi in una vasca di acqua tiepida con qualche goccia di olio essenziale di ginepro, limone e finocchio. Direte addio alle vostre gambe pesanti ritrovando il piacere di essere donne e (soprattutto) di indossare i tacchi! ADDIO OCCHIAIE - Per battere l'insonnia e le odiose occhiaie, massaggiatevi prima di andare a letto i piedi, la nuca e il retro delle orecchie con un olio essenziale di lavanda. Una stimolazione rilassante per una notte tranquilla e dolcissima. VENTRE PIATTO – Per sconfiggere i gonfiori addominali e indossare con disinvoltura gli abiti a tubino più attillati, massaggiatevi all’altezza dello stomaco con una goccia di olio essenziale di finocchio, menta piperita e zenzero. Rimarrete stupite dal risultato! SCRUB PER IL VISO – Dite addio alle impurità del viso aggiungendo a un cucchiaio di zucchero di canna qualche goccia di olio di jojoba e di olio essenziale di lavanda. Massaggiate con lenti movimenti circolatori su guance e fronte, e risciacquate abbondantemente con acqua tiepida. Pochi istanti per una pelle morbida e purificata.

Bellezza, una ricerca: per gli uomini il trucco non rende le donne più attraenti

Ore e ore davanti allo specchio per farsi belle, mascara e rossetto alla mano. Potrebbe essere tutto inutile. Secondo una nuova ricerca in via di pubblicazione sulla rivista “Perception” condotta da psicologi dell’università di New York e della Bangor University nel Galles, il make up aggiungerebbe molto poco all’attrattività di una donna. Al contrario, un look naturale contribuirebbe ad aumentare i punti agli occhi degli uomini.

L’indagine ha coinvolto 44 donne fra i 18 e i 21 anni, fotografate con e senza trucco. Le immagini sono state poi mostrate a 62 studenti, sia amschi che femmine, ai quali è stato chiesto di dare un punteggio attrattività delle varie ragazze, da 1 a 7.  Le fotografie del prima e dopo non sono, però, mai state mostrate insieme, in modo che non si potessero confrontare due immagini della stessa donna. I risultati hanno evidenziato che la presenza o meno del trucco contava solo per il 2% all’interno del giudizio complessivo sulle ragazze. Ad avere un ruolo di primo piano (70%) sono apparse invece l’attrattività generale e le caratteristiche personale delle volontarie.  Alex Jones, del Gettysburg College, Pennsylvania, che ha anche contribuito alla ricerca, commenta: «Ci sono molte ragioni per cui le donne indossano il trucco, e uno di questi potrebbe essere l’insoddisfazione per il loro aspetto. Il messaggio da portare a casa in questo caso sembra essere che, nel bene e nel male, la nostra attrattività è in gran parte determinata dal nostro aspetto naturale».

Maschere alle castagne per una bellezza di stagione

Sole e salsedine hanno messo a dura prova la pelle del vostro viso e delle vostre mani? Niente paura: la castagna, il frutto dell’autunno per antonomasia, vi offre al cambio di stagione una opportunitàper correre ai ripari.

“Le donne d’autunno sono nuvole chiare, scolpite nel cielo per farsi guardare” così cantava l’intensa Grazia Di Michele in uno dei suoi brani più belli. E sono proprio per voi, donne d’autunno, i consigli della nostra redazione per accoccolarvi nella nuova stagione ed essere (ovviamente) belle più di prima.
MASCHERA VISO IDRATANTE AL MIELE E CASTAGNE INGREDIENTI: 15 castagne lesse, 2 cucchiai di miele alla lavanda, 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci, 1 spicchio d’arancia senza semi. PREPARAZIONE: 1) Frullate gli ingredienti sino ad avere un impasto morbido e omogeneo;
2) Spalmate in modo uniforme su viso e collo;
3) Lasciate in posa per 30 minuti;
4) Sciacquate con acqua tiepida.

MASCHERA ALLE CASTAGNE PER LE MANI
INGREDIENTI: 20 castagne lesse, 2 cucchiai di miele d’acacia, succo di limone q.b.
PREPARAZIONE:
1) Frullate gli ingredienti;
2) Stendete la maschera ottenuta sulle mani, massaggiando delicatamente e in modo circolare;
3) Lasciate in posa per 30 minuti;
4) Risciacquate con acqua tiepida e abbondante;
5) Asciugate con cura, applicate una buona crema idratante e infilate guanti di cotone.
Il nostro consiglio è di fare questa maschera la sera o in un momento di completo relax!

domenica 18 ottobre 2015

I pomodori sono alleati della salute: ecco 10 motivi per mangiarli

Non comporta alcun effetto collaterale, lo si può mangiare sempre grazie alle tantissime proprietà nutrizionali e terapeutiche. Di cosa si parla? Del pomodoro. E' una bacca dalle svariate forme ed alimento simbolo della dieta mediterranea, ingrediente buono, sano e senza alcuna controindicazione. Vediamo i 10 motivi per mangiarlo sempre: 


  1) E' un antidoto contro l'invecchiamento, grazie alla presenza dei carotenoidi (beta-carotene e licopene) che proteggono dagli effetti dannosi causati dai radicali liberi ed altri elementi ossidanti responsabili dell'invecchiamento cellulare, delle malattie cardiovascolari e del cancro.   

2) Esercita un'azione immunostimolante, quindi rafforza il sistema immunitario agendo sulle funzioni dei lifociti T.  

 3) Favorisce la crescita ossea ed è un rimedio naturale contro l'osteoporosi. Inoltre contrasta i reumatismi e, grazie al buon contenuto di potassio, è utile anche in casi di stanchezza e debolezza muscolare.   

4)”Cura la nostra bellezza”, grazie a vitamine e minerali che aiutano il benessere della pelle conferendole luminosità, contrastando acne ed impurità, e combattendo i segni dell' invecchiamento cutaneo. Il potassio, che ostacola la ritenzione idrica, è un utile rimedio contro la cellulite dovuta all'accumulo di liquidi e tossine in eccesso nei tessuti.   

5) Esercita un'azione disintossicante favorita dal contenuto idrico, dai sali minerali, in particolare calcio fosforo e potassio, e dalle vitamine del gruppo B e C che concorrono anche alla rigenerazione dei tessuti.  

 6) Facilita il buon metabolismo e la digestione, grazie alla presenza di fosforo, soprattutto degli alimenti che contengono amido, e contrasta le infiammazioni di apparato digerente ed intestinale. La presenza di acidi organici aiutano a prevenire la stipsi e le fibre contenute nella buccia puliscono l'intestino e sono importanti per il buon funzionamento della flora batterica. 

  7) Combatte l'anemia grazie al buon contenuto di vitamina C, che garantisce un adeguato assorbimento del ferro e produzione di emoglobina e globuli rossi del midollo osseo.  

 8) E' un toccasana per le malattie cardiovascolari non solo per la presenza dei carotenoidi, che aiutano nella prevenzione da infarti ed ictus, ma anche al contenuto di potassio che contribuisce a regolare la pressione sanguigna riducendo l'ipertensione.   

9) E' un potente antitumorale. Studi hanno dimostrato come il pomodoro sia efficace nella prevenzione del cancro alla prostata, al polmone, al colon ed al retto, al seno ed al pancreas rallentando la crescita delle cellule cancerogene. L'azione anticancro del pomodoro, dovuta alla presenza del licopene, è maggiormente stimolata a seguito della cottura che ne migliora il valore nutritivo.   

10) E' ottimo per la salute della vista grazie all'azione del betacarotene e della luteina, che proteggono gli occhi dalle malattie degenerative. Che sia crudo o cotto non è importante ma il consiglio è mangiarli sempre maturi: infatti i frutti verdastri ed acerbi non solo non contengono tutte le sostanze benefiche ma sono ricchi di una sostanza, la solanina, potenzialmente tossica per l'organismo.

sabato 17 ottobre 2015

Kirsten Dunst, dieta a base di pizza e formaggio per Fargo

Kirsten Dunst si è messa all'ingrasso per la seconda stagione di "Fargo", la pluripremiata serie tv ispirata all'omonimo film dei fratelli Coen, in cui interpreta l'estetista del Midwest Peggy Blumquist. Nel corso della sua apparizione al "Jimmy Kimmel Live", l'attrice ha rivelato di aver dovuto prendere peso per il nuovo ruolo e di aver seguito una dieta a base di pizza, pane e formaggi alla griglia.

 L'aumento di peso e il nuovo regime alimentare non hanno affatto smorzato l'entusiasmo di Kirsten Dunst per la sua nuova avventura televisiva, la prima in un ruolo ricorrente di una serie tv. Pochi giorni fa, in un'intervista rilasciata al Guardian, l'attrice ha manifestato i motivi che l'hanno spinta a dedicarsi a un prodotto destinato al piccolo schermo e ha criticato il mondo della cinematografia, affermando che “vengono fatti troppi film” dei quali si perde la paternità. "Con Fargo, non c’è dubbio di chi sia lo show: è il lavoro dello showrunner Noah Hawley che l’ha portata su FX". 

Mangia solo pesce e patatine fritte: dimagrisce di 44 kg

La dieta anomala. Aveva raggiunto il peso limite, 146 chili, troppi per il 32enne Lee, proprietario del Penaluna's Fish and Chips del Galles, ristorante specializzato in piatti a base di pesce e patatine fritte.  



"Sono i miei preferiti" racconta al Wales Online. "Ho impiegato un anno, ma ce l'ho fatta. Sono dimagrito, certo non sarà una dieta equilibrata, ma non ho fatto grandi sacrifici. E poi per il mio lavoro è anche un'ottima pubblicità". Il medico, che gli aveva chiesto di perdere peso per arrivare ai 40 anni, non ha voluto commentare.

lunedì 12 ottobre 2015

Autunno graffiante: osa con gli smalti estremi

Per l’autunno-inverno 2015 2016 le unghie sono senza mezze misure. Avete capito bene, perché il motto è osare. Dalle passerelle arrivano infatti tendenze forti e di rottura per una stagione superdecorata o totalmente senza smalto. Ecco i tre look più originali per una femminilità non scontata e assolutamente streetstyle. 

Senza smalto - Strano ma vero. Non ci crederete ma quest’anno hanno sfilato in passerella mani completamente senza smalto, unghie nude o con solo semplicissime decorazioni grafiche, che spaziano dai geroglifici a simboli meno arcaici e ricercati, rigorosamente realizzati da pennelli sottilissimi con smalti neri. Che dire? Il massimo dello chic. Unghie fantasy - Maculato mimetico, effetto Pollock (come proposto da Desigual in versione arcobaleno), e Daks (unghie con schizzi di colore). Il must è sempre: fate notare le unghie, rendetele protagoniste della vostra giornata e graffiate la vita con sfrontatezza e femminilità. Decisamente sì quindi a nuance forti e vivaci, anche se in netto contrasto. Per quanto riguarda la forma invece optate per quella mandorlata. Colore: blu e azzurro, senza dubbio. Strizzerete l’occhio all’estate passata, e sarete al passo con le nuove mode. No invece al rosso, che ha perso (almeno per ora) il primato della manicure per eccellenza.

Il frutto più iconico dell’autunno, inaspettato alleato per viso e mani

Sole e salsedine hanno messo a dura prova la pelle del vostro viso e delle vostre mani? Niente paura: la castagna, il frutto dell’autunno per antonomasia, vi offre al cambio di stagione una opportunità (ovviamente naturalissima) per correre ai ripari.
 “Le donne d'autunno sono nuvole chiare, scolpite nel cielo per farsi guardare” così cantava l’intensa Grazia Di Michele in uno dei suoi brani più belli. E sono proprio per voi, donne d’autunno, i consigli della nostra redazione per accoccolarvi nella nuova stagione ed essere (ovviamente) belle più di prima. 

MASCHERA VISO IDRATANTE AL MIELE E CASTAGNE INGREDIENTI: 15 castagne lesse, 2 cucchiai di miele alla lavanda, 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci, 1 spicchio d'arancia senza semi.  

PREPARAZIONE: 1) Frullate gli ingredienti sino ad avere un impasto morbido e omogeneo;
2) Spalmate in modo uniforme su viso e collo;
3) Lasciate in posa per 30 minuti;
4) Sciacquate con acqua tiepida.
MASCHERA ALLE CASTAGNE PER LE MANI INGREDIENTI: 20 castagne lesse, 2 cucchiai di miele d’acacia, succo di limone q.b.
PREPARAZIONE:
1) Frullate gli ingredienti;
2) Stendete la maschera ottenuta sulle mani, massaggiando delicatamente e in modo circolare;
3) Lasciate in posa per 30 minuti;
4) Risciacquate con acqua tiepida e abbondante;
5) Asciugate con cura, applicate una buona crema idratante e infilate guanti di cotone.
Il nostro consiglio è di fare questa maschera la sera o in un momento di completo relax!

Rimedi naturali per affrontare il cambio di stagione

Durante il cambio di stagione l'organismo deve modificare i ritmi e assestarsi sulle nuove temperature, sempre più fredde. In questo periodo dell'anno è facile sentirsi più deboli e freddolosi, stanchi, spesso senza energie. I capelli cadono e a causa della diminuzione delle ore di luce l'umore è
a terra. Ecco allora come fare per sfruttare al meglio l'autunno e pensare alla tua salute quotidianamente.

CURA I CAPELLI - Ciocche di capelli che rimangono su vestiti e fra i denti della spazzola? È del tutto normale: secondo gli studi è possibile perdere fino a cento capelli al giorno e il problema si acutizza con l'arrivo dell'autunno. Scegli un integratore in grado di ricostituire il capello migliorandone forza e lucentezza: uno o due cicli ti aiuteranno a combattere la caduta e ritrovare una chioma splendente. Se hai iniziato le attività sportive all'azione degli integratori puoi associare poi uno shampoo per uso frequente, che ti consentirà di lavare i capelli in modo meno aggressivo.

POTENZIA LE DIFESE -
Per aumentare le difese del sistema immunitario scegli echinacea e rosa canina. L'echinacea, le cui proprietà sono state sfruttate fin dai primi anni del Novecento, risulta particolarmente efficace contro malanni di stagione e infezioni: è possibile utilizzarla come ingrediente per il tè, ma anche sotto forma di estratto secco e tintura madre. Con l'inverno torna la stagione delle arance, ricche di vitamine e sali minerali importanti per il benessere quotidiano. Per variare la colazione rispetto al solito caffè o tè sfrutta i benefici della frutta: via libera a spremute miste di agrumi, frullati e centrifugati a base di sedano, dal potere depurativo, carota e kiwi, un concentrato di vitamina C.

ADDIO STANCHEZZA - Problemi di stanchezza? La diminuzione della quantità di luce può influire negativamente sul bioritmo. Attiva il metabolismo con una passeggiata, a fine giornata o prima di andare al lavoro: se non hai tempo approfitta della pausa pranzo per uscire all'aria aperta. In questo periodo le temperature che scendono stimolano l'appetito. È facile avvertire più fame, ma l'importante è scegliere i cibi giusti. Appaga la voglia di dolce con miele, cioccolato amaro e frutta secca: noci, nocciole e mandorle sono ricche di magnesio, importante contro i cali di energia e il buon umore. Sì a zuppe calde, banane, verdure da sperimentare con tante nuove ricette per stuzzicare il bisogno di comfort food e attivare la tua energia.

UMORE AL MASSIMO - Rodiola e griffonia contrastano la depressione stagionale, migliorando l'umore. Inoltre, la griffonia, acquistabile in compresse presso erboristerie e negozi di prodotti naturali, combatte i problemi di fame nervosa e costituisce un aiuto contro l'insonnia. Per favorire il rilassamento psicofisico cura la tua concentrazione mentale: nuoto, meditazione, jogging, ballo o il tuo sport preferito ti aiuteranno a scaricare energie e tensioni. A fine giornata sperimenta l'azione degli oli essenziali: bastano alcune gocce di bergamotto, menta, lavanda, arancio dolce in un diffusore per ritrovare una piacevole sensazione di benessere grazie ai principi dell'aromaterapia.

Pulizia della pelle: il peeling diventa "chimico"

La prima regola per avere un incarnato di aspetto curato e luminoso è mantenere la pelle ben pulita e libera dalle impurità e dalle cellule morte. E’ un effetto che si ottiene attraverso procedure come lo scrub e il peeling, che hanno appunto lo scopo di liberare la cute da ciò che non serve più e che “ingrigisce” il nostro aspetto. Tra le novità più interessanti in questo campo spiccano i nuovi peeling chimici, più efficaci, e anche più sicuri: ecco tutto quello che c’è da sapere per scegliere con consapevolezza e minimizzando il rischio di incorrere in brutte esperienze.

 COS'È IL PEELING? - "Il peeling, (dall'inglese to peel che significa letteralmente “pelare”) è un agente esfoliante, ovvero che rimuove parte della cute - spiega la Dott.ssa Maria Albini, Direttrice Didattica ASPEM, una delle organizzatrici del congresso di medicina estetica AMPIC 2015 - Gli agenti possono essere di tipo meccanico (ad esempio il laser o il dermoabrasore) oppure chimici. I peeling chimici sono costituiti da acidi più o meno potenti che, a seconda della loro forza, riescono a rimuovere strati cutanei più o meno profondi". 

PEELING: LE NUOVE TENDENZE - "La classificazione dei peeling si fa in base alla profondità di azione, distinguendo peeling superficiali, medi e profondi. Più si va in profondità, più il paziente avrà bisogno di un tempo di ripresa lungo - aggiunge la Dott.ssa Maria Albini - ma maggiori saranno anche gli effetti in termine di riduzione di macchie, rughe, cicatrici, imperfezioni della pelle. Le nuove tendenze sono di avere peeling sempre più attivi con sempre meno effetti collaterali. I peeling stanno diventando "no pain" e più sicuri per il medico".

QUANDO IL TRATTAMENTO È "CHIMICO" - A differenza dello scrub, che esfolia la pelle superficialmente con un'azione fisica di rimozione dello strato superficiale, il peeling chimico sfrutta l'azione esfoliante di acidi specifici per purificare la pelle e rimuovere le cellule morte. Si utilizzano alcune speciali sostanze, come il glicolico e il mandelico.

PRO E CONTRO - Il trattamento deve essere eseguito soltanto da uno specialista, dato che le sostanze utilizzate devono essere ben bilanciate per non causare danni o ustioni. Una concentrazione medio bassa di acidi è considerata ideale per aiutare l'epidermide, migliorandone luce, delicatezza e aspetto. Ma può anche essere utile per importanti manifestazioni acneiche, per rimuovere le macchie e rendere meno visibili le cicatrici. Il trattamento potrebbe comportare qualche leggero fastidio e/o arrossamenti a seconda della quantità di acidi usati.

Broccoli e verdure per proteggere l'organismo

Molti li considerano un ortaggio poco nobile, eppure sono saporiti e hanno molte proprietà: i broccoli sono ricchi di sostanze utili per l’organismo, in particolare sali minerali e vitamine, esercitano una funzione protettiva sull’intestino e combattono la ritenzione idrica. Oggi sono protagonisti di una gustosa ricetta d’autore, per un tortino vegano davvero prelibato.


 L’INGREDIENTE DELLA BELLEZZA – Il broccolo è una varietà di Brassica oleracea, ossia quella grande famiglia di piante, conosciute comunemente come cavoli, che abbraccia numerosissime varietà e tipologie. La parte che si mangia di questo tipo di ortaggio non è la foglia, bensì le infiorescenze non ancora mature. Diffuso già all'epoca romana, viene coltivato in tutto il mondo, nonostante sia originario dell'area mediterranea.  
LE PROPRIETA’ - I broccoli appartengono alla famiglia delle Crocifere. Sono ortaggi ricchi di sali minerali, specialmente calcio, ferro, fosforo, e potassio. Contengono anche vitamina C, utile a prevenire patologie quali malattie cardiache e osteoporosivitamina B1 e B2, fibra e sulforafano, una sostanza che previene la crescita di cellule cancerogene e agisce proteggendo l’organismo dai tumori intestinali, polmonari e del seno. I broccoli contribuiscono a combattere anche la ritenzione idrica, facilitando l’eliminazione delle scorie. 

  LA RICETTA: SCHIACCIATINE DI BROCCOLETTI, NOCI E UVETTA CON TORTINO DI QUINOA E CAPONATINA DI VERDURE Emulsionare in un mixer 200 grammi di basilico e altrettanti di prezzemolo, con un filo di olio e acqua bollente, sale e pepe. Cuocere al vapore 200 grammi di broccoli romani e 120 grammi di broccoletti a foglia. Mettere altri 80 gr. di broccoli a fiore in una ciotola con 40 grammi di uva passa, 40 grammi di noci, sale e pepe, 400 grammi di pane grattugiato e impastare. Formare dei dischi di circa 6 cm di diametro e spessi 2 cm; panateli usando acqua e farina invece delle uova, per rispettare la natura vegana del piatto, quindi friggere in olio lasciando le schiacciatine dorate. A parte ammorbidite per 15 minuti in acqua 150 grammi di quinoa, quindi cuocete in acqua salata lasciando al dente e saltatela con fiori di broccoli, olio evo, sale e pepe. A parte ancora fate una dadolata di zucchine, melanzane, peperoni (servono 80 grammi per ogni ingrediente) e saltateli in padella con uno spicchio di aglio vestito poi insaporiteli con il basilico, l’uva passa e aggiustate di sale e pepe. Prendere un coppapasta di circa 6-7 cm e formare dei tortini con la quinoa e le verdurine saltate. Adagiarvi accanto le schiacciatine e decorare con l’emulsione alle erbe.

Post più popolari