lunedì 15 febbraio 2016

Come avere una pelle perfetta in poche, semplici, mosse: ecco tutti i consigli

Chi non desidera una pelle liscia e perfetta? Avere una pelle perfetta è il sogno di molte donne, ma spesso, nonostante si spendano soldi e tempo nella sua cura, vengono commessi degli errori imperdonabili con gesti che apparentemente sembrano banali.  Primo tra tutti, schiacciarsi i brufoli, in questo modo si possono formare cicatrici e infezioni che non farebbero altro che arrossare e irritare ancora di più la pelle. Se proprio non si riesce a resistere alla tentazione basta usare un cotton fioc imbevuto di tea tree oil e tamponare. 


Usare eccessivamente lo scrub rovina la pelle. L'esfoliazione è fondamentale per mantenere la pelle giovane ed elastica e per eliminare le impurità, ma vanno usati prodotti di qualità e non più di una volta al mese.  Non struccarsi è uno degli errori più comuni, soprattutto tra le giovanissime, che non deve essere sottovalutato, perché il make up ostacola il ricambio cellulare.  Usare prodotti non adeguati alla propria pelle equivale a non usarli: se si ha la pelle grassa o secca si devono scegliere creme  e prodotti adatti al proprio tipo di pelle, altrimenti il risultato potrebbe essere opposto a quello desiderato. A tal riguardo va ricordato che va sempre applicata una crema idratante, anche per le donne che non hanno una pelle secca. La crema viso infatti, non solo nutre la pelle, ma la rende più elastica e aiuta a mantenerla giovane più a lungo.  Un altro errore comune è quello di non mettere sempre, inverno e estate, la crema solare in viso, anche se si deve semplicemente andare in ufficio.  I raggi solari potrebbero compromettere l’elasticità della pelle, ma anche provocare la comparsa di macchie sul viso.
Infine bisogna evitare di applicare prodotti scaduti. Anche le creme, infatti, scadono, così come i trucchi, usarli dopo la data di scadenza o dopo molto tempo dalla loro apertura potrebbe causare irritazioni e allergie. 

Il limone come alleato di bellezza, dalle unghie ai capelli: ecco come può essere usato

Il limone è un ottimo alleato di bellezza, fa bene alla salute e aiuta in piccoli trucchi per eliminare le imperfezioni.
Il limone può essere usato contro i punti neri, grazie alla sua acidità, infatti, è un ottimo antibatterico contro le imperfezioni della pella grassa.


Unito a farina di ceci e acqua di rose è un ottimo rimedio per rendere la pelle più luminosa e brillante grazie alla vitamina C. Aggiunto al bicarbonato e applicato sui denti, invece è un ottimo sbiancante, economico e naturale, quindi senza controindicazioni o effetti indesiderati. Il limone è poi un esfoliante eccellente per le labbra: basterà applicarne poche goccie la sera, risciacquare con acqua calda e al mattino le labbra saranno perfette. Se unito all’olio di oliva, invece, è un rimedio perfetto per unghie fragili, inoltre aiuta ad eliminare gli aloni gialli, tipici di chi è un fumatore, rendendole più bianche e lucenti. Per lo stesso principio aiuta ad eliminare le macchie anche sulla pelle, ad esempio quelle solari. Il limone è anche un alleato durante la dieta: un bicchiere di acqua tiepida con un cucchiaino di miele e il succo di limone può aiutare a far perdere peso. Il succo di limone è ottimo anche per il trattamento dei capelli: in caso di capelli grassi può essere usato in purezza e riduce la forfore equilibrando il ph del cuoio capelluto, in caso di capelli secchi, agisce come riparatore se unito ad olio di oliva.

Rimedi naturali e omeopatici per piedi

E’ conosciuta come  “piede d’atleta” ma il suo nome esatto è Tinea Pedis: un’infezione che provoca la desquamazione e talvolta veri e propri taglietti fra le dita dei piedi. La  pelle spesso si arrossa tutta intorno e si gonfia ed in alcuni casi si formano anche piccole vescicole.



Ai primi segnali di Tina Pedis la prima cosa da fare è un pediluvio una volta al giorno.
Basta sciogliere un cucchiaio di ipoclorito di sodio (la comune candeggina) in due litri d’acqua e detergere bene la cute nei punti colpito con un sapone a base di olio essenziale di  Malaleuca o Albero del tè.
I piedi devono essere lasciati in ammollo in questa soluzione per un minimo di cinque minuti.
Se l’infezione non passa o addirittura tende a peggiorare, si possono aggiungere due rimedi omeopatici: Arsenicum album e Ranunculus scleraturm alla 5 CH. Sono da prendere in tre granuli ciascuno, due volte al giorno, finchè il disturbo non migliora. Quando invece l’infiammazione è associata ad un intenso prurito, è più indicato Graphites 7 CH, cinque granuli tre volte al dì.
Una volta debellata l’infezione, è fondamentale prevenirne la ricomparsa tenendo i piedi il più possibile asciutti. Per assorbire l’umidità è utile cospargere gli spazi fra le dita di polvere aspersoria di seta, che ha un potere assorbente maggiore del talco. Inoltre contiene estratti di genziana, corteccia di quercia e salvia che riequilibrano le difese della cute.

Post più popolari